Zero Moment of Truth, cos'è?

ZERO MOMENT OF TRUTH: come usarlo a tuo vantaggio

Zero Moment of Truth (ZMOT) è il momento zero della verità, quello in cui il consumatore assume una nuova consapevolezza sul tuo prodotto o servizio.

Cos’è

Si inserisce all’interno del processo d’acquisto e, secondo Google, è il momento in cui l’utente cerca informazioni su internet prima di entrare in un punto vendita e acquistare un prodotto o un servizio.

Puoi leggere in maniera approfondita di come Google ha analizzato il processo d’acquisto e individuato lo ZMOT in questo ebook.

Cosa cercano gli utenti?

Gli utenti ogni momento di ogni giorno cercano informazioni di ogni tipo sui prodotti di loro interesse.
Visitano il sito dell’azienda, leggono le recensioni, comparano il prezzo tra prodotti simili e intanto si formano un’opinione precisa che influenzerà per il 60% la loro propensione all’acquisto.

Tutto ciò è stato reso possibile dall‘uso del mobile, avere infatti un dispositivo come lo smartphone sempre con sé permette di fare ricerche in qualunque momento.

I social network in particolare hanno favorito lo ZMOT, pensiamo agli stessi influencer e quanto la loro opinione sia potente online.
Tutto questo significa che una presenza costante e positiva online è imprescindibile per un’azienda al giorno d’oggi.

Processo dell'acquisto del cliente - zmot

Quali caratteristiche ha lo ZMOT

  • Può colpire l’utente in qualunque momento della sua giornata.
  • Impone all’azienda di controllare la sua presenza su Internet.
  • Permette agli utenti una maggiore autonomia nella scelta di un prodotto.

Alcuni esempi

Lo ZMOT di una donna può avvenire durante la ricerca degli ingredienti e della resa di un cosmetico prima del suo acquisto.

Lo ZMOT di neopatentato invece influisce sulla scelta della macchina giusta e consiste nel vedere vari test-drive su Youtube.

Parola d’ordine: monitorare!

L’azienda deve avere una consapevolezza costante di come si pone sui social.

Tutti gli elementi della sua comunicazione infatti devono essere coerenti per avere un impatto positivo e rassicurante durante lo Zero Moment of Truth di un utente.

Una presenza ben studiata fa parte di una strategia più ampia necessaria nel propria piano di comunicazione.

zmot ti spieghiamo cos'è

Gli elementi importanti

  • Essere presenti: sembra una banalità ma se le persone non ti trovano come fanno a fidarsi di te e del tuo prodotto? Sfrutta la SEO e l’advertising per monitorare le ricerche che su Google riguardano il tuo prodotto o servizio.
  • Rispondi al meglio ai dubbi dei tuoi potenziali clienti: avere un ottimo servizio di customer experience (magari integrando un chatbot) è imprescindibile per influenzare positivamente lo ZMOT di un utente non troppo convinto.
  • Fai in modo di avere numerose recensioni: un prodotto senza recensioni risulta sospetto. Favorisci lo scambio di opinioni tra la tua azienda e i tuoi attuali clienti, magari premiando quelli che si prendono del tempo per lasciarti un feeback!
  • Sfrutta i social, il blog aziendale e gli influencer per pompare la tua presenza online al massimo. Non aggiornare il proprio Instagram aziendale o avere un blog scarno con pochi contenuti può dare un’idea di trascuratezza. Tutti questi elementi nel marketing vengono chiamati touchpoints: sono i punti in cui il brand entra in contatto diretto con i potenziali clienti, cerca quindi di presentarti al meglio.

Conclusione

Il processo d’acquisto è fortemente mutato con l’avvento del digitale. Lo ZMOT è uno dei momenti più importanti per un’azienda e tira molti elementi in ballo: il sito web, i social, la strategia etc.
Hai paura di non riuscire a fare tutto da solo? Non ti preoccupare, Peroché ti tende l’ala prendendosi cura del tuo sito, dei tuoi social e della tua visibilità.